Speciali

Federica mamma in attesa: la solitudine forzata dei tempi del Covid amplia il tempo per mamma e bambino

La seconda domenica di maggio è dedicata alla festa della mamma, che si vuole onorare per l’unicità che rappresenta. Da sempre, al titolo di madre, viene implicitamente associato il concetto di fecondità, di natalità, a ricordare che il mondo è arrivato fino qui, e proseguirà, grazie alle mamme e alla maternità. Ma oggi nel nostro paese le cose non stanno così

Salvatore La Mamma, difensore del Vicenza Calcio amputati, abita a San Vito al Tagliamento. Dalla sua abitazione, dove si allena, ci invia questo video per incoraggiare tutti a rimanere a casa e a fare buone azioni: “Noi siamo ancora qui, pensiamo a chi non c’è più”. E ricorda, lui che è militare, il post incidente durante la missione di pace: “So che non è facile stare a casa, io ho provato a stare chiuso in una stanza piccola. Forza, un abbraccio a tutti”.

Katia Aere ai rulli nella sua casa, a Spilimbergo. “E’ questo che ci viene chiesto per salvaguardare la salute – dice la campionessa di handkike e nuoto -. Nel mio piccolo cerco di guadagnare la normalità pedalando e sudando sui rulli che stanno diventando i miei migliori amici. Anzi, posso dire che mi sto quasi innamorando dei rulli: sono loro che mi tengono legata ai miei sogni. Andrà tutto bene, però restiamo a casa”

Come si sono organizzate in questo tempo di "silenzio assordante" le nostre comunità parrocchiali per non lasciare spegnere del tutto l’incontro e il dialogo con i fedeli?

"La canonica è in centro paese e per la lettura del breviario esco in giardino, così chi va a prendere il pane, il panificio è dall’altra parte della strada, può vedere il prete e ci si saluta reciprocamente, a distanza". Vedersi, pregare assieme, salutarsi guardandosi in viso". Altri scelgono lo streaming...

I bambini possono essere contagiati come gli adulti, ma i dati disponibili indicano che contraggano la malattia in forma più lieve.

Per essere ancora più vicini ai lettori l'edizione cartacea, che normalmente è friubile on line come pdf SOLO agli abbonati registrati, viene resa visibile a tutti. leggi come 

Il prolungarsi della misura cautelare di interruzione delle attività scolastiche fino al 3 aprile ha intensificato la modalità della scuola on line. Anche nella primaria dove è richiesto il coinvolgimento dei genitori. L’adesione è stata unanime e positiva, a detta di diversi insegnanti, genitori, e persino dei nonni, che badano ai bambini quando i genitori sono al lavoro.

Galiano: vive i giorni senza scuola e senza lezioni "Come uno strappo, un distacco: la relazione è fondamentale nel processo di apprendimento e se togli quella diventa difficile ricrearne una a distanza"