Attualità

Il dato è spaventoso eppure il mondo non si allarma come dovrebbe: la foresta amazzonica è in fiamme. Il mondo rischia di perdere il suo polmone verde, la zona - grande come mezza Europa - che produce il 20% dell'ossigeno del pianeta. 

La matassa non è ancora sciolta e dopo le consultazioni del 21 e 22 agosto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ascoltate tutte le forze politiche, di fronte a un non quadro definitivo emerso rimanda alla prossima settimana la sua decisione, lasciando un altro spiraglio per la risoluzione della crisi. Appuntamento a martedì 27 agosto: o si risolve o non restano che le urne.

L’Afds Pordenone è un’associazione attiva e in salute. "Le donazioni effettuate nel 2018 sono state quasi 8.000 - dice il suo presidente Ivo Baita - in lieve ma significativo rialzo rispetto all’anno precedente.

Attivato il servizio informazioni col numero 0434 223522 operativo fino al 31 agosto, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 18.00 e dalle 9.00 alle 12.00 anche il sabato.

Si chiude un anno scolastico: riflessioni a margine. Tra novità, responsabilità sempre in guardia dalle soluzioni demagogiche

L'addio annunciato per il 7 giugno da Theresa May peggiorerà le cose: questa l'opinione espressa da Francis Davis, consulente di precedenti governi inglesi, docente di sociologia a Birmingham e alla cattolica Saint Mary di Londra.

Un'occasione per guidare al voto delle europee i giovani

Victor Hugo, Winston Churchill, Alcide De Gasperi

Il settore in generale rallentamento è il terziario, mentre l’industria dà buoni risultati e l’agricoltura è stabile.
Fanno da traino il metalmeccanico e le costruzioni, mentre il commercio ed il turismo vedono ridursi di due terzi il proprio saldo occupazionale rispetto al 2017

Gli oltre 300 morti di Pasqua: condanna del Consiglio dei saggi musulmani: “Questi atti vanno contro gli insegnamenti di tutte le religioni e di tutti i credo, nonché contro tutte le leggi e norme sociali internazionali”. Il mondo ebraico chiede “tolleranza zero per coloro che usano il terrore per far avanzare i loro obiettivi”. I leader cristiani si uniscono in preghiera con la comunità cattolica dello Sri Lanka.