Cultura e Spettacoli
stampa

Musica sacra: sette appuntamenti annullati dal covid

Il  programma era composto di sette concerti di respiro internazionale per un progetto triennale dedicato al concetto di Trinità: ma il Covid ha scombinato le carte

Parole chiave: covid (30)
Musica sacra: sette appuntamenti annullati dal covid

 

Il programma era composto di sette concerti di respiro internazionale per un progetto triennale dedicato al concetto di Trinità, nella sua radice sacra e in quella umanissima di Padre, Madre e Figlio: il Festival Internazionale di Musica Sacra 2020, promosso da Presenza e Cultura con il Centro Iniziative Culturali Pordenone, è stato costretto a congedarsi dal pubblico prima ancora di averlo salutato in sala, bloccato dalle norme di sicurezza a seguito dell’accentuarsi della pandemia. Il Festival deve per ora archiviare la sua 29ma edizione progettata nel segno del “Pater”, prima tappa ispirata dalla Bibbia ebraico-cristiana, ma anche da un forte slancio interreligioso. «Prendiamo atto delle indicazioni dell’ultimo Dpcm e abbiamo per questo deciso di sospendere in blocco i concerti – spiegano i direttori artistici Eddi De Nadai e Franco Calabretto –  Il nostro proposito è di recuperare integralmente questa edizione entro la primavera 2021, appena sarà possibile, per poi dare l’avvio in autunno all’edizione 2021, già definita».

Oltre alla Schola Cantorum vaticana, si spera che il pubblico possa ritrovare, in primavera, le suggestioni sonore dell’ensemble lituano Canto Fiorito Vilnius, con la produzione “Deus, Deus meus”; il concerto corale diretto da Mirko Guadagnini dedicato al Te Deum, con i Madrigalisti di Intende Voci; il tributo al padre della Chiesa Sant’Agostino con l’Ensemble milanese Virgo Vox; il progetto di Odhecaton Ensemble, dedicato al canto aquileiese patriarchino e alla ricchezza di linguaggi e forme musicali praticate tra XV e XVI secolo nella vasta area del Patriarcato. Ulteriore produzione che si conta di recuperare è quella che vedrà protagonisti Simone Cristicchi e il monaco Otac Benedikt, attesi a Pordenone in prima assoluta con lo spettacolo “Come gigli nel campo. Storie ordinarie di miracoli”, una suggestiva antologia di storie e di vite.

Musica sacra: sette appuntamenti annullati dal covid
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento