Cultura e Spettacoli
stampa

Visioni d’Africa: il calendario Cuamm e il film con la storia del franco CFA

Il calendario di Medici con l’Africa sarà presentato a Pordenone venerdì 24 novembre alle 20.45 a Cinemazero nell’ambito della rassegna Gli Occhi dell’Africa

Parole chiave: cinema africano (1), Africa (5), Cuamm (3), Cinemazero (90)
Visioni d’Africa: il calendario Cuamm e il film con la storia del franco CFA

Venerdì 24 novembre alle 20.45 a Cinemazero - nell’ambito della rassegna Gli Occhi dell’Africa a cura di Caritas diocesana, Cinemazero, Centro Missionario Diocesano Concordia Pordenoen, Centro Culturale Casa A. Zanussi - sarà presentato il Calendario di Medici con l’Africa Cuamm, con 12 illustrazioni di Giordano Poloni. I dodici mesi corrispondono a dodici pellicole di cinema africano interpretato dalle illustrazioni di Poloni che sarà in sala per la serata. Il calendario diventa un viaggi nella cinematografia del continente nero per conoscere nuovi mondi, sguardi e prospettive, per scoprirli, e sentirli in questo modo più vicini. Oltre all’illustratore Giordano Poloni interverrà anche Annamaria Gallone curatrice del Festival del Cinema Africano di Milano. Seguirà la proiezione del film: "Money, Freedom, a story of the CFA Franc" di Katy Lena Ndiaye.

Il film rientra sempre nella rassegna “Gli occhi dell'Africa” promossa assieme a Caritas, in collaborazione con Pordenone Docs Fest. Il film in programma, in anteprima nazionale, è un'indagine sull'incredibile vicenda del franco CFA, bizzarro retaggio coloniale che contribuisce, oggi, a destabilizzare alcuni Paesi dell'Africa occidentale, come il Mali, il Niger e il Burkina Faso. "Money, Freedom, a Story of the CFA Franc", della regista e giornalista franco senegalese Katy Léna Ndiaye è stato presentato al prestigioso festival Cinéma du Réel di Parigi. A introdurre il tema interverrà il consulente finanziario di Banca Etica Dario Francescutto e, nell’occasione, verrà presentato il Calendario Cuamm 2024 di Medici con l’Africa.

Nel film, Ndiaye  ricostruisce la storia di una moneta che fa comodo a Parigi e all'Europa. L'autrice mostra come con il 1960 non siano davvero finiti gli imperi coloniali in Africa. Ancora oggi, infatti, il franco CFA (che sta per “Colonie francesi d’Africa”), moneta legata al Tesoro francese, circola in quattordici Stati, cioè in quasi tutti gli ex territori di Parigi a sud del Sahara. Oggi, essendo collegato dall'euro, il franco CFA offre non solo alla Francia ma anche agli altri Paesi della zona euro un accesso privilegiato e agevole ai mercati africani. Dal punto di vista geopolitico, il sistema garantisce un ruolo centrale a Parigi, che viene percepita come "garante" per conto della comunità internazionale. franco-senegalese Katy Lena Ndiaye ricostruisce il percorso di questa bizzarria della storia. 

Sabato25 novembre, in collaborazione con “Il Volo del Jazz”, ci sarà il consueto appuntamento con il concerto de “Gli occhi dell’Africa”, sul palcoscenico del Teatro Zancanaro di Sacile, con la regina dell'Afro Groove Manou Gallo. Cantante, bassista, percussionista e band leader della Costa d’Avorio, è considerata fra i dieci migliori bassisti al mondo, un’artista in grado di unire il funk e il groove alle eredità africane. 

La rassegna viene realizzata grazie al sostegno della Regione FVG, del Comune di Pordenone - Assessorato alla Cultura e di Nuovi Vicini Società Cooperativa Sociale, con la partecipazione di Circolo Controtempo - Il Volo del Jazz.

www.caritaspordenone.it 
www.cinemazero.it 
www.centroculturapordenone.it 
Facebook: Gli occhi dell’Africa

Fonte: Redazione Online
Visioni d’Africa: il calendario Cuamm e il film con la storia del franco CFA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento