Veneto Orientale
stampa

San Michele al Tagliamento: il comprensivo Tito Livio vince il primo premio regionale con un video sull'esodo degli istriani

La classe IV della Gabelli di Bibione ha realizzato e concorso con "Il sogno di Arlind" dedicato a quell'esodo istriano ch eil territorio bibionese ben conosce per aver accolto una cinquantina di famiglie in zona verso il faro che ancora oggi viene definita degli istriani. Bravi bambini e maestre!

Parole chiave: Scuola (66), Concorso (6), Esodo (5), Istriani (2), Bibione (15)
San Michele al Tagliamento: il comprensivo Tito Livio vince il primo premio regionale con un video sull'esodo degli istriani

Una inaspettata e bella notizia è giunta alla scuola elementare di Bibione. L’Istituto Comprensivo "Tito Livio" di San Michele al Tagliamento si è aggiudicato il primo premio tra le scuole primarie al concorso indetto dalla Regione Veneto denominato "Esuli dell’Istria e della Dalmazia in Veneto".
Protagonisti di questa vittoria gli alunni della classe IV della scuola "A. Gabelli" di Bibione, che hanno presentato un cortometraggio: "Il Sogno di Arlind", storia della comunità di esuli istriano - dalmati a Bibione". L’esodo istriano, conosciuto anche come esodo giuliano - dalmata, è stato un evento storico consistito nella diaspora forzata dei cittadini di etnia e di lingua italiana, che si verificò a partire dalla Seconda Guerra Mondiale e negli anni successivi, dai territori occupati dall’Armata Popolare del maresciallo Josip Broz Tito e in seguito annessi alla Jugoslavia. Il fenomeno susseguente agli eccidi, noti come massacri nelle foibe fu particolarmente rilevante in Istria, dove si svuotarono intere città e paesi. In totale, dopo la firma del "Trattato di Parigi" del 1947 e del "Memorandum di Londra del 1954, furono circa 350 mila le persone che abbandonarono tutti i loro beni e preferirono fuggire dalla martoriata terra istriano - dalmata. Alloggiati inizialmente nei campi profughi, venne poi proposto dalle autorità italiane, il trasferimento in vari luoghi. Tra questi c’erano i paesi di Dandolo di Maniago, allora in Provincia di Udine, Fossalon di Grado in Provincia di Gorizia e Bibione in Provincia di Venezia. Molti scelsero Bibione, dove veniva loro consegnata un’abitazione e un podere per coltivare la terra.
Ed è agli esuli giunti a Bibione che si è ispirato il cortometraggio "Il Sogno di Arlind", presentato dagli alunni bibionesi, che ha vinto il 1° premio del concorso indetto dalla Regione Veneto "Esuli dell’Istria e della Dalmazia in Veneto: dai centri di raccolta ad una nuova vita" rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie di I e II grado e le scuole di formazione professionale, nell’ambito delle attività dedicate al "Giorno del Ricordo", che viene celebrato in febbraio.
Con "Il Sogno di Arlind", la storia della fuga degli italiani dall’Istria, viene vista e affrontata dai bambini di oggi, sulla base delle esperienze e dei sentimenti di coloro che furono bimbi ai tempi dell’esilio. L’idea del cortometraggio è nata dall’incontro tra la maestra Simona Morsanutto, ideatrice del progetto e alcuni esuli istriani residenti a Bibione. Questi ultimi hanno aperto i cuori alla narrazione delle loro memorie, che gli alunni della classe IV della scuola "A. Gabelli", hanno saputo interpretare in video, lasciando un messaggio forte sull’importanza di un’integrazione consapevole e libera da qualsiasi pregiudizio che sia di natura culturale, razziale, politica. Un messaggio che è valso anche il 3° posto assoluto tra tutti gli istituti regionali, con un punteggio totale di 47/50. "Il Sogno di Arlind" è stato interpretato dalla maestra Luciana Speretta assieme agli alunni stessi. E’ stato realizzato anche grazie alla collaborazione di Massimiliano Galasso, del fotografo Federico Pilli, che ha curato le riprese e il montaggio, del museo etnografico di Fossalta di Portogruaro, che ha messo a disposizione stanze e oggetti per le ricostruzioni storiche presenti nel filmato. Nel video sono citate fonti tratte dall’archivio parrocchiale di Cesarolo e in particolare dalle memoria di don Giuseppe Martin; compiono mappe catastali della zona degli Istriani, vecchie foto di persone e case.
La cerimonia di premiazione che vedrà gli alunni della classe IV "A. Gabelli" di Bibione ritirare il premio come miglior scuola primaria e il terzo premio assoluto tra tutti gli istituti del Veneto, si terrà in Regione a Venezia, in settembre. In quella occasione, per valorizzare l’impegno dei bambini, l’amministrazione comunale organizzerà una cerimonia che coinvolgerà l’intera comunità di San Michele al Tagliamento, con proiezione aperta al pubblico de "Il Sogno di Arlind".
Franco Romanin

Per vederlo: 

San Michele al Tagliamento: il comprensivo Tito Livio vince il primo premio regionale con un video sull'esodo degli istriani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento