Sport
stampa

Discriminazioni nello sport: il libro di Gazzaniga

Scrittore ed ex poliziotto, Riccardo Gazzaniga presenterà il libro “Abbiamo toccato le stelle” a Pordenone e a Maniago (mercoledì 29) in due eventi per gli studenti. Martedì 28 a San Quirino in un appuntamento aperto al pubblico presenterà il suo ultimo “In forma di essere umano”

Parole chiave: discriminazione (3), San Quirino (2), Sport (17), Gazzaniga (2), Maniago (23), Pordenone (804)
Discriminazioni nello sport: il libro di Gazzaniga

Mai come in questo tempo è di estrema attualità il fenomeno delle discriminazioni anche nello sport, con gli incresciosi episodi che si susseguono, purtroppo, su campi da gioco, spalti e tribune. Riccardo Gazzaniga, scrittore ed ex poliziotto, autore di numerosi e vincitore di diversi premi letterari, (fra cui il Premio Italo Calvino, con A viso scoperto, un romanzo sull’odio e gli scontri tra ultras e poliziotti del Reparto Mobile di Genova) ha scritto un libro importantissimo e di successo, a questo proposito, intitolato “Abbiamo toccato le stelle. Storie di campioni che hanno cambiato il mondo” (Rizzoli), venti ritratti di campioni dello sport, uomini, donne, bianchi, neri, gay, di nazionalità diverse, che con il loro impegno sono riusciti a modificare atteggiamenti discriminatori nello sport e nella società. Lo presenterà in forma di reading con l’attrice Carla Manzon mercoledì 29 marzo a Pordenone, alle 8.30 nell’auditorium del liceo Grigoletti e alle 11.15 a Maniago, nel Teatro Verdi , nuova tappa del progetto di cittadinanza attiva Uguali = ≠ diversi, curato da Emanuela Furlan per l’associazione culturale Thesis, avviato il 2 febbraio e che ha registrato un numero straordinario di adesioni: più di 5.500 fra studenti e insegnanti, in circa 120 classi delle scuole di Pordenone, Sacile, Maniago e San Vito al Tagliamento, 13 fra spettacoli e incontri e 70 laboratori.

Il terzo percorso del progetto, “Sport: grandi sfide e discriminazioni”, sostenuto in particolare da Friulovest Banca, che vuole “sensibilizzare i giovani a una convivenza solidale sulla base del riconoscimento unanime di valori e principi etico-politici condivisi”, indaga stereotipi, pregiudizi e discriminazioni nello sport e come la pratica sportiva può diventare uno strumento educativo di contrasto. L’amore per lo sport e per i diritti sono i binari lungo cui Riccardo Gazzaniga propone le venti storie. Dal grandissimo Mohammed Alì a Tommie Smith – uno dei atleti neri sul podio dei 200 metri alle Olimpiadi del 1968, con il pugno guantato di nero verso il cielo - ma anche Martina Navratilova, una delle prime atlete al mondo a dichiarare pubblicamente di essere omosessuale o Yusra Mardini, la nuotatrice olimpica siriana che salvò i compagni durante la disperata traversata in gommone verso la Grecia. Storie di rabbia, di scelte, di idee e di ideali, di pregiudizi e di umanità accomunate dalla volontà di andare oltre i limiti, propri o esterni - guerre, discriminazioni, conflitti - per uno scopo che travalica lo sport e mira a diritti fondamentali da tutelare. Gazzaniga è in regione anche per presentare il suo nuovo libro “In forma di essere umano” sulla caduta di Adolf Eichmann, su iniziativa della Libreria Einaudi Giavedoni di Pordenone: domani, martedì 28 marzo, sarà alle 20.45 nel Centro di aggregazione Magredi di San Quirino.

Fonte: Comunicato stampa
Discriminazioni nello sport: il libro di Gazzaniga
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento