La Parola del Papa
stampa

30° anniversario della scomparsa di Don Tonino Bello

Baturi, segretario Cei: "Ha colto il bene nel popolo di Dio e lo ha servito fino alla fine"

Parole chiave: Tonino Bello (1), Chiesa (58), Anniversario (17)
30° anniversario della scomparsa di Don Tonino Bello

“Ha saputo interpretare un linguaggio capace di aprire i cuori al bene e alla solidarietà. Parlava in modo chiaro e comprensibile alle persone, era capace di aprire i cuori all’amore di Dio e dei fratelli. Non è stato soltanto profetico, perché non ha semplicemente atteso in vita qualcosa che ancora non c’era. Piuttosto ha saputo cogliere il bene che è già presente nel popolo di Dio e lo ha servito fino alla fine”. Nel giorno in cui si celebrano i 30 anni dalla morte di don Tonino Bello, mons. Giuseppe Baturi, arcivescovo di Cagliari e segretario generale della Cei, auspica che “la capacità di coniugare l’amore in Dio e la fiducia in Lui, perché don Tonino era uomo di fede, con il servizio ai fratelli sia talmente diffusa da trasformare l’Italia. Santa Caterina diceva: ‘Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutto il mondo’. E ce n’è davvero bisogno”. Infine, aggiunge mons. Baturi al Sir, “guardare ai grandi esempi come don Tonino ci deve aiutare a scoprire anche gli esempi sconosciuti di dedizione e di amore nelle nostre comunità. Tanta gente dà la vita in maniera totalmente gratuita e ne ignoriamo persino il nome”.

(R.B.)

30° anniversario della scomparsa di Don Tonino Bello
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento