Pordenone
stampa

Osteoporosi, un nemico silenzioso

La conferenza in programma venerdì 24 novembre alle 20.30 nella sala della ex Tipografia Savio di Pordenone organizzata dal Comitato di Pordenone dell’Andos (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno), con Silvana Saracchini, già medico oncologo e agopuntrice, e Dalila Desirèe Gregori docente di Scienze motorie specializzata in progetti motori oncologici

Parole chiave: Osteoporosi (1), Andos (3), Pordenone (812)
Osteoporosi, un nemico silenzioso

Perché occuparsi di osteoporosi? Il Ministero della Salute calcola che questa particolare patologia dell’apparato scheletrico colpisce circa 5 milioni di individui, di cui l’80% sono donne in menopausa. L’effetto diretto dell’osteoporosi si traduce in un’elevata incidenza di fratture (per lo più di femore, vertebre, omero, osso del polso e della caviglia) dovute proprio alla fragilità ossea, con conseguenti effetti in termini di costi sanitari e sociali e una non esigua percentuale in termini di disabilità motoria e di mortalità, che cresce con l’aumentare dell’età della popolazione.

Per questa ragione il Comitato di Pordenone dell’Andos (l’Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) organizza venerdì 24 novembre alle 20,30 nell’ex Tipografia Savio di via Torricella a Pordenone una conferenza dal titolo “Osteoporosi, un nemico silenzioso”, con l’intervento dell’oncologa e agopunturista Silvana Saracchini e di Dalila Desirèe Gregori, docente di Scienze motorie. L’evento sarà a ingresso gratuito e si rivolge al largo pubblico, in quanto l’osteoporosi è una patologia che riguarda prevalentemente le donne ma anche gli uomini, e che si acutizza in soggetti particolarmente esposti, come ad esempio donne e uomini che hanno ricevuto cure oncologiche con farmaci chemioterapici, ma non solo.

Silvana Saracchini è oncologa e agopunturista, medico già al Cro di Aviano, all’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone e all’Ospedale Civile di Venezia, da molti anni interessata a integrare l’approccio medico tradizionale a percorsi di studio laterali che l’hanno portata a specializzarsi sulla diagnosi e sulla cura dell’osteoporosi.

Dalila Desirèe Gregori è docente di Scienze motorie e sportive, esperta di progetti motori di carattere oncologico e di patologie croniche; dal 2011 collabora con il Cro e con il Comitato di Pordenone dell’Andos al progetto “Medicina & Sport”, concretizzatosi anche in un libro pubblicato dalla Biblioteca Scientifica del Cro.

La conferenza sarà l’occasione per approfondire una patologia molto più diffusa di quanto si ipotizzi, ma anche per ricevere suggerimenti e consigli puntuali su come prevenire e su come curare l’osteoporosi – il cui decorso molto dipende anche dagli stili di vita, in particolare dall’alimentazione e da stili di vita sani – con indicazioni pratiche, tra cui l’importanza di assorbire della vitamina D quotidianamente, ma anche utili consigli sull’attività fisica che va opportunamente consigliata caso per caso, in base alle specificità della persona.

Fonte: Comunicato stampa
Osteoporosi, un nemico silenzioso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento