Pordenone
stampa

Il beato Odorico: protagonista di questo fine settimana

Tante le iniziative in questo 2018 in cui si ricorda la partenza del Beato Odorico da Pordenone per il viaggio che lo portò in Cina con il solo scopo di diffondere il nome del Signore. In questo week end sono protagonisti anche gli studenti

Parole chiave: Beato Odorico (8), Pordenone (447), Scuola (57)
Il beato Odorico: protagonista di questo fine settimana

Nell’ambito delle iniziative del progetto Odorico 700, promosse per ricordare i 700 anni del viaggio in Oriente di Odorico da Pordenone e per promuovere la sua canonizzazione, domenica 17 giugno Pordenone ospiterà una delegazione della Comunità degli italiani di Fiume (Croazia) e il Coro Fedeli Fiumani della cattedrale della città che si affaccia sul Golfo del Quarnero. Dopo la celebrazione eucaristica alle 11 nella chiesa del “Beato Odorico” in viale Libertà, alle 12.30 gli ospiti saranno ricevuti dalle autorità pubbliche di Pordenone e San Quirino sotto la Loggia del Municipio. Giovedì 14 giugno 100 ragazzi delle parrocchie di Pordenone e Cordenons, a conclusione dell'anno catechistico e nel corso del Grest, si sono recati a Padova nel convento di Sant'Antonio dove Odorico dettò la Relatio di viaggio al ritorno dalla Cina...
Un’ ennesima iniziativa dedicata ad un personaggio di rilievo vicino alla figura del Beato è prevista per domenica 17 nella medesima chiesa alle 20.30. A dieci anni delle scomparsa verrà ricordato il frate cappuccino Padre Venanzio, peraltro molto attivo anche nella cura della causa del Beato Marco D'Aviano, con la presentazione del libro “Padre Venanzio, amico dei santi”. La pubblicazione raccoglie la testimonianza di padre Venanzio degli incontri avuti con ben 33 “santi”, conosciuti nel peregrinare in Italia soprattutto per l’attività di predicazione, nella quale eccelleva insieme all’insegnamento ai chierici di diverse scienze sacre e al cinquantennale lavoro in seno al Tribunale Ecclesiastico Regionale. Scorrendo le pagine si percepisce quale sia stata la spiritualità di padre Venanzio, e il decisivo contributo che diede negli ultimi trent’anni di vita nella promozione della causa del Beato Marco d’Aviano.
Intenso il programma di contorno. Sabato 16 con partenza da Pordenone dal Centro Studi alle ore 6.45 è in calendario un viaggio alle radici lagunari del padre “da Chioggia” con le visite ai luoghi d’incanto, compresa l’isola di Pellestrina prospiciente la città in cui lo stesso Marco d’Aviano venne ordinato sacerdote. Domenica 17 ore 20.30 a Pordenone celebrazione eucaristica nella chiesa del Cristo abitata dal padre per 17 anni; ad Aviano lunedì 18 ore 18.30 visita alla tomba-sarcofago in cimitero e a Conegliano, nel convento di morte, alle ore 18; a Udine il 1° luglio per una visita all’ex convento.
Sempre domenica 17 verrà ricordato un altro personaggio, il cappuccino padre Odorico da Pordenone (al secolo Pietro Rosin) che pur francescano, non è ovviamente l’antico Beato. A padre Venanzio si deve la prima attenzione per riscoprire l’attività del suo insigne superiore. Odorico visse e operò a lungo a Venezia dove scoppiò il colera nel 1911, fu guida sicura dei frati nei drammi di due guerre mondiali e dal 1932 al 1948 trascorse a Fiume tensioni acutissime legate alle vicende storiche del territorio fino all’esodo dei fiumani. Celebrazioni concomitati dunque che fanno riscoprire alla comunità i valori e l’attività di importanti personaggi del nostro territorio.

Il beato Odorico: protagonista di questo fine settimana
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento