Cultura e Spettacoli
stampa

Le proposte settimanali di Adessocinema

Dai  documentari di Elio Ciol, la strage di Peteano e quella di Avasinis, dalla Trieste asburgica a quella italiana

Parole chiave: Om demand (1), Film (7), Coronavirus (222), Adessocinema (7), Trieste (5), Ciol (2)
Le proposte settimanali di Adessocinema

AdessoCinema, la piattaforma di streaming pensata e curata da Cinemazero di Pordenone, Visionario di Udine e La Cineteca del Friuli in collaborazione con la Tucker Film si arricchisce da oggi giovedì 28 maggio di quattro nuovi titoli, a cui si aggiungerà un quinto titolo il 31 maggio e un sesto il 2 giugno, Festa della Repubblica.

I documentari “Trieste Giallo Nera” e “Trieste Verde Bianco Rossa”, firmati da Giampaolo Penco, riportano nella città giuliana, raccontando due momenti importanti della sua storia. Dal 1914, anno in cui comincia la prima guerra mondiale, con Trieste grande porto dell’Impero Austro-Ungarico, si passa al 1918: il 3 novembre attracca sul Molo San Carlo l’incrociatore Audace, la prima nave italiana che arriva a Trieste. Il giorno dopo l’annuncio ufficiale: la guerra è finita, Trieste è italiana dopo cinquecento anni di permanenza nell’Impero Austro-Ungarico. Il film racconta tutti i passaggi dei primi anni della Trieste italiana, dal 1918 all’avvento del fascismo.

La Cineteca rende omaggio questa settimana a Elio Ciol, la cui fama internazionale di fotografo ha oscurato l’attività di cineamatore, svolta fin dai primi anni ’50 con il Cineclub Udine. Soggetto dei suoi primi cortometraggi è il Friuli contadino, il lavoro nei campi e momenti di vita sociale nella sua Casarsa, dove il settore vitivinicolo era diventato un elemento fondamentale. “Grappoli d’oro”, realizzato nel 1957 – in un magnifico bianco e nero – con Riccardo Castellani e vincitore al Concorso Nazionale di Montecatini organizzato dalla Federazione Italiana dei Cineclub, segue le diverse fasi della produzione dell’uva, dalla cura delle viti al momento gioioso della vendemmia, alla vinificazione. “Il paese dell’uva - Casarsa 1950-1963” raccoglie immagini girate all’epoca e montate da Ciol a decenni di distanza. Accompagnate dai testi di Piero Colussi e Stefano Polzot e dalle musiche originali di Francesco Bearzatti e Romano Todesco, documentano il ciclo dell’uva, la nascita e le prime edizioni della Sagra del vino e lo sviluppo della Cantina sociale. Entrambi i titoli sono raccolti in un dvd della Pro Casarsa del 2018 mentre i filmati originali in 16mm sono conservati dalla Cineteca.

Dal 31 maggio al 7 giugno, in occasione dell’anniversario della strage di Peteano, frazione della cittadina di Sagrado in provincia di Gorizia, (avvenuta 31 maggio 1972), sarà inoltre disponibile il documentario “per mano ignota. Peteano: la strage dimenticata” di Cristian Natoli.

A partire dal 2 giugno sarà visibile sulla piattaforma un altro documento prezioso, “Avasinis 2 maggio 1945, luogo della memoria”, realizzato nel 2007 da Dino Ariis e Renata Piazza. Testimoni e storici ricordano e commentano il massacro compiuto da un gruppo di SS in ritirata il 2 maggio 1945 nel piccolo centro di Avasinis, in Comune di Trasaghis. Le vittime orribilmente trucidate furono 51, in maggioranza anziani, donne e bambini.

Il catalogo completo di AdessoCinema è disponibile su www.adessocinema.it.

Le proposte settimanali di Adessocinema
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento